Welink Legal Welink Legal
Avvocati, come comunicare sui social network?

Avvocati, come comunicare sui social network?

Se creare un profilo sui social network è alla portata di tutti, non è la stessa cosa farlo per scopi professionali. Come comunicare la propria personalità professionale e la propria attività, nel rispetto delle regole etiche della professione legale?

 

Quali sono i vantaggi per gli avvocati di essere sui social media?

Nel contesto di una crescente concorrenza, la presenza di studi legali sui social media è essenziale. Essi offrono una notevole visibilità e sono un'ottima vetrina per raggiungere rapidamente un pubblico vasto e mirato.

 

Utili per la reputazione online, sono vettori di condivisione e diffusione di una reputazione positiva.

 

Essendo attivo sui network, un avvocato potrà presentare le sue aree di intervento, il suo background, le novità del suo studio e dimostrare la sua competenza attraverso la pubblicazione di articoli. In questo modo è possibile trovare nuovi clienti, mantenere quelli esistenti e migliorare la reputazione elettronica.

 

I consumatori oggi hanno sempre lo stesso riflesso: cercare i riferimenti dell'azienda o del prodotto sui motori di ricerca prima di ordinare. Il potenziale cliente vuole conoscere le specifiche dell'offerta ma anche le opinioni espresse. È lo stesso con un'offerta di servizio, anche quella di un avvocato. La presenza online di uno studio legale costruisce la fiducia e la rende più accessibile.

 

Un altro interesse dei social network, il reclutamento. La ricerca di nuovi collaboratori si svolge infatti sempre più spesso attraverso queste piattaforme.

 

Infine, grazie ai social network, l'avvocato ottimizza il referenziamento naturale del sito web del suo studio. In questo modo sale sempre di più nei primi risultati dei motori di ricerca. Allo stesso modo, condividendo i contenuti del suo sito web, come i post del suo blog, l'avvocato aumenta il traffico verso il suo sito web. È un circolo virtuoso.

 

Come comunicare sui social network?

 

Questa presenza digitale deve essere oggetto di una riflessione a monte. L'avvocato deve infatti considerare gli obiettivi desiderati e identificare i suoi obiettivi e le loro esigenze. Concretamente, una strategia di comunicazione deve essere stabilita in anticipo per non diventare cieco. Dovete definire i social network dove si trovano i vostri clienti, dove sono più ricettivi ai vostri messaggi ed a cosa volete comunicare, le notizie del vostro studio legale, gli scritti dei vostri team, le vostre offerte, la vostra attività, ma anche le notizie dei settori dei vostri clienti.

 

Tre punti sono essenziali per un buon profilo

 

Compila correttamente il tuo profilo

 

L'avvocato deve assicurarsi che tutti gli elementi di descrizione disponibili siano completi. Concretamente, deve citare il nome del suo studio, le sue competenze, i suoi dati di contatto, l'indirizzo del suo sito web, i membri del suo team, i suoi valori e aggiungere un passo descrittivo. Arrivare a riempire l'area di pratica nello spazio dedicato al profilo e alle esperienze con alcuni dettagli chiave (RGPD, tassazione, venture capital, LBO, M & A, ecc.) che ottimizzeranno la visibilità della scheda nei risultati della ricerca e la sua completezza per il lettore.

Il profilo dovrà essere illustrato anche con il vostro logo, una foto del team, o anche gli uffici. Con queste illustrazioni si evidenzia l'identità visiva dello studio.

 

Comunicazione variabile

 

Una buona strategia di comunicazione è una strategia diversificata. Lo studio legale deve fare in modo di variare i contenuti pubblicati quotidianamente per non affaticare il proprio pubblico.

 

È anche interessante menzionare i casi invocati per illustrare una legge o un successo dello studio legale.

Oltre a variare il contenuto, è anche il formato che deve essere diversificato. I social network permettono di condividere un'ampia varietà di media: foto, video, immagini (disegni grafici), infografica, racconti, ecc. 

 

I contenuti devono essere vari ed equilibrati: da un lato le informazioni aziendali, le conoscenze, il know-how e le produzioni e dall'altro quelle del settore dei vostri clienti per portare una prospettiva diversa da quella legale, un valore aggiunto alle informazioni condivise.

 

Rendete accessibili i vostri contenuti

 

La tendenza attuale è quella di facilitare l'accesso alla legge. Ciò deve riflettersi nella strategia di comunicazione degli studi legali. Senza distorcere la legge, è importante, per raggiungere un pubblico non legale, semplificare la legge e renderla educativa e accessibile. Il lavoro di ampliamento è importante. Il design legale e i video legali sono strumenti adatti in questo senso.

 

Attenzione al gergo e al linguaggio tecnico a rischio di essere comprensibile solo in ambito giuridico in senso stretto e di aver dimenticato l'essenziale: con chi stai parlando?

 

Infine, considerate la possibilità di avere una scrittura adattata ai social network, frasi brevi, uso di emojis e hashtag.

Trova un avvocato o uno studio qualificato

Sei un Avvocato?

Fai conoscere la tua attività su Welink Legal