Welink Legal Welink Legal
codice-strada-norme-europee

Infrazioni del codice della strada: norme europee  

Welink Legal

Welink Legal

Dall'istituzione dell'area Schengen e poi dell'euro, viaggiare all'interno dell'Unione Europea non è mai stato così facile. Turismo, espatrio, residenti di frontiera... molti automobilisti europei viaggiano regolarmente o occasionalmente all'interno dell'UE. 

 

Ma questi spostamenti in auto generano la loro parte di infrazioni al codice della strada.

 

Come vengono puniti? La cooperazione tra i Paesi europei è stata organizzata, in particolare con la direttiva dell'11 marzo 2015, per consentire lo scambio di informazioni e facilitare il perseguimento degli autori dei reati.  
Quali sono le regole da seguire quando si guida in Europa?  Quali sono i rischi in caso di reato? Diamo un'occhiata alle norme europee sulle infrazioni stradali.

 

Guida nell'UE: i principi fondamentali 

Validità delle patenti di guida nazionali

Un cittadino europeo può guidare nei vari Paesi del SEE (Spazio Economico Europeo) con la propria patente nazionale, sia per un soggiorno turistico che per un soggiorno più lungo (ad esempio per l'espatrio).  

Tuttavia, devono essere soddisfatte alcune condizioni

  • La licenza nazionale deve essere valida
  • Non deve essere un documento provvisorio (ad esempio, dichiarazione di smarrimento o furto).
  • Il conducente non deve essere soggetto a sospensione, restrizione o cancellazione del diritto di guidare nel suo paese di origine. 

Se ci si stabilisce definitivamente in un Paese europeo, si può scegliere di sostituire la propria patente nazionale con quella del Paese ospitante. 
La sostituzione è obbligatoria se la patente è stata rubata, danneggiata o smarrita, o se si è commessa un'infrazione al codice della strada nel Paese di residenza. Le autorità del Paese ospitante possono anche chiedervi di cambiare la patente se avete una patente a vita e avete vissuto nel Paese per due anni. Riceverete quindi una patente di guida europea valida da 10 a 15 anni, a seconda del Paese.  

 

Rispettare le norme di circolazione di ciascun paese 

È necessario prestare particolare attenzione perché, in caso di reato, si applicherà la legislazione del Paese interessato. 
Prima di viaggiare in auto in Europa, è quindi importante conoscere il codice della strada del Paese in questione per evitare spiacevoli sorprese. 

 

Ecco alcuni punti chiave da conoscere: 

  • Cinture di sicurezza: obbligatorie in tutti i paesi dell'UE
  • Telefono cellulare alla guida senza vivavoce: vietato nella maggior parte dei paesi
  • Tasso di alcolemia autorizzato: varia da paese a paese e alcuni paesi non accettano alcuna tolleranza (0,0 g/l per esempio in Slovacchia o Ungheria).
  • Limiti di velocità variabili
  • Attrezzature specifiche. A seconda del Paese: obbligo di pneumatici invernali, uso dei fari durante il giorno, triangolo di emergenza, estintore, gilet di sicurezza, ecc.


 
Per saperne di più, visitate il sito della Commissione Europea "andare all'estero", che permette di confrontare i codici della strada dei vari Paesi. 

 

Infrazioni stradali in un paese europeo: quali rischi per il conducente? 

Scambio di informazioni tra paesi: come funziona? 

Anche se si applica il codice della strada di ciascun Paese, le autorità nazionali non sempre hanno i mezzi per perseguire i trasgressori stranieri. Ciò avviene soprattutto quando gli autori del reato non sono stati arrestati sul posto e sono tornati nel loro Paese. 
Per evitare questa impunità, è stato istituito uno scambio di informazioni tra 19 Paesi dell'UE.
In concreto, ogni Paese dà accesso ai dati di registrazione dei propri cittadini. Il Paese interessato dall'infrazione al codice della strada può quindi facilmente cercare informazioni sul trasgressore e avviare un procedimento transfrontaliero. 
 

Quali sono i Paesi coinvolti in questa cooperazione? 

Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Estonia, Francia, Germania, Ungheria, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Spagna, Svezia + Svizzera (accordo bilaterale specifico). 
Il Regno Unito non è più interessato dalla Brexit e dalla sua uscita dall'Unione Europea. 

 

Infrazioni al codice della strada oggetto di procedimenti giudiziari transfrontalieri

Il suddetto scambio di informazioni facilita il perseguimento dei seguenti 8 reati: 

  • Eccesso di velocità
  • Mancato uso della cintura di sicurezza 
  • Passaggio con il rosso
  • Guida  in stato di ebrezza
  • Guida sotto l'effetto di droghe 
  • Non indossare il casco 
  • Guida in corsia vietata
  • Utilizzo di un telefono o di un altro dispositivo di comunicazione non autorizzato durante la guida  

Sanzioni subite

Le sanzioni applicabili sono quelle del Paese in cui è stata commessa l'infrazione: multa, ritiro o sospensione della patente, fermo del veicolo, sequestro, ecc.
Tuttavia, non saranno detratti punti dalla patente di un cittadino francese che commette un'infrazione all'estero.


 
Come già detto, un automobilista europeo residente in un altro Paese dell'UE che commette un'infrazione al codice della strada in quel Paese dovrà chiedere la sostituzione della propria patente nazionale con una patente del Paese di residenza. In caso contrario, sarà soggetto a sanzioni specifiche (ad esempio, per un'infrazione in Francia: una multa di quarta classe di 135 €). 

 

Modalità di perseguimento 

Se il trasgressore è stato colto sul posto, gli verrà notificata direttamente l'infrazione. 
In caso contrario, il trasgressore riceverà a casa una lettera che lo informerà dell'infrazione e della sanzione. 
 
Per essere valida, questa lettera di notifica deve essere scritta nella lingua madre del trasgressore. In caso contrario, il trasgressore può contestarlo.  

Deve anche menzionare : 

  • Il luogo, la data, l'ora e la natura del reato
  • Le sanzioni applicate e i testi giuridici che le giustificano 
  • L'autorità responsabile dell'azione penale
  • Nel caso di una multa: modalità e data di pagamento, importo della maggiorazione in caso di mancato pagamento
  • Se il reato è stato registrato da un dispositivo: dati relativi a tale dispositivo 
  • Procedure di ricorso 

Sei un Avvocato?

Fai conoscere la tua attività su Welink Legal