Welink Legal Welink Legal
Intervista all' Avvocato Marinelli Vittorio Amedeo, titolare dello Studio legale Marinelli

Intervista all' Avvocato Marinelli Vittorio Amedeo, titolare dello Studio legale Marinelli

L' Avvocato Vittorio Amedeo Marinelli è il titolare dello Studio legale Marinelli situato a Roma, nella bellissima zona Portuense. Lo studio legale civilista e penalista è specializzato in Diritto di Famiglia, Separazione e divorzi,  Tribunale per i minorenni ed in molte altre materie giuridiche. Lo studio, inoltre, è formato da un team multidisciplinare di sette Avvocati, ognuno esperto nella sua materia specialistica, nonché da un Dottore commercialista e una Mediatrice familiare. 

Abbiamo intervistato l'Avv. Vittorio A. Marinelli per saperne di più sulla sua professione. 

 

Parte 1: Presentazione dell' Avv. Vittorio Amedeo Marinelli

Può presentarsi brevemente ?

Ho il doppio nome quindi mi chiamo Vittorio Amedeo anche se tutti quanti mi chiamano solo Vittorio. Qualche assistito si sbaglia e mi chiama Amedeo e la cosa per me non è un problema. Il nome Amedeo, invero, ricordandomi anche Wolfang Amadeus Mozart, che sento tutti i giorni, mi piace alquanto.

Il cognome, invece, è  più facile: solo Marinelli. Ho rifiutato, in realtà, di aggiungere il cognome di mia madre, Adinolfi. Con grande dolore di quest'ultima. Era un cognome importante. Il fratello del nonno, oltre che prefetto, era senatore e uno stretto collaboratore del Ministro Rocco. Quello del Codice Rocco. Certamente Avv. Vittorio Amedeo Marinelli Adinolfi sarebbe stato veramente troppo! Per comodità, in ogni caso, abbrevio con Vittorio A. Marinelli.

Sono nato a Roma, all’EUR, il 26 settembre 1965 quindi ho 55 anni.

Svolgo la professione di avvocato dal 1997 e sono entrato dentro uno studio legale la prima volta, per iniziare a fare la pratica legale, nel settembre 1993. A luglio 1993 mi sono laureato dopo aver completato il militare da ufficiale di complemento nell’Arma del Genio. Sono titolare dello studio legale Marinelli che è un team formato da 7 avvocati, una commercialista e una Mediatrice familiare. In realtà, lo studio collabora anche con altri professionisti, la gran parte, ex Praticanti Avvocati di studio che, dopo essere diventati Avvocati, hanno continuato a collaborare con lo studio. Questo opera a Roma e in tutta Italia.

 

 

Parte 2: Descrizione della formazione professionale dell' Avv Vittorio A. Marinelli

Qual è stata la sua formazione professionale?

Riguardo la mia formazione professionale, dopo essermi laureato nel 1993 presso l’Università La Sapienza di Roma, nel 1994 ho seguito un corso annuale di perfezionamento sempre presso l'Università La Sapienza di Roma in Scienze amministrative. L'anno dopo ho frequentato un altro corso di perfezionamento, anch’esso di durata annuale, però in Diritto della responsabilità civile. Materia che aveva iniziato ad appassionarmi. Successivamente ho sempre preferito aggiornarmi direttamente sul campo di battaglia non disdegnando però di frequentare i vari convegni e seminari, in alcuni dei quali spesso sono stato anche relatore.

Da quanto tempo svolge questa professione?

Svolgo la professione di avvocato dal 1997 anche se ho iniziato ad avere i miei primi clienti mentre facevo il praticante procuratore legale, quindi a far data dal 1994.

Come è arrivato a questa posizione e cosa l’ha spinta ad aprire questo studio?

Nella professione ho conseguito la posizione di Avvocato Cassazionista e quindi sono abilitato al patrocinio innanzi alle magistrature superiori. Ho deciso di impegnarmi direttamente quale libero professionista senza entrare dentro una struttura già esistente al fine di essere effettivamente tale ossia un libero professionista, senza dover dar conto ad altri delle mie iniziative e idee. Il lato positivo della professione è, infatti, soprattutto questo. Per questo, appena terminata la pratica legale, anzi, anche prima, ho deciso subito di mettermi in gioco e aprire un mio studio personale. Ho avuto una collaborazione per diverso tempo con un altro professionista ma è un errore del quale mi sono pentito perché solo se si è da soli, se si riesce a capire quali siano le dinamiche del mercato, si può rispondere alle stesse negli stretti tempi necessari.

Come ha iniziato? (In uno studio o direttamente per conto proprio...)

Ho iniziato l'attività dapprima presso lo studio del mio maestro, l'Avvocato Gennaro Contardi, che si trova tutt'ora in via Caroncini, ai Parioli. Dopo neanche due anni, mentre ancora svolgevo la pratica legale, ho deciso di aprire la mia attività. Dapprima ho optato con la formula studio-abitazione e che ricordo con grande piacere. Successivamente ho cambiato casa e ho continuato con questa formula. Dopodiché il lavoro era molto aumentato per cui nel 2000 ho aperto lo studio dove tutt'ora mi trovo.

 

 

Parte 3: Descrizione della professione di Avvocato

Ci può presentare la sua professione e il suo studio?

La mia professione è, oltre che quella di Avvocato, soprattutto quella di titolare di studio. Mi occupo molto, infatti, di coordinare i diversi professionisti che operano a studio. Per la maggior parte, sono Avvocati che ho formato personalmente e che continuano a collaborare con la mia persona. Ognuno ha scelto una propria specializzazione per cui sono in grado di seguire assistiti che si rivolgono al nostro studio con la sicurezza di riscontrare la sicura competenza di professionisti già formati. Quindi, in un certo senso, svolgo un ruolo anche imprenditoriale.

Qual è il suo ruolo nello studio e quali sono le sue missioni?

Il mio ruolo potrebbe essere definito quale quello di leader o di coordinatore. Le missioni che mi scelgo, sono il più delle volte le  questioni più importanti ma non necessariamente in quanto ho una particolare predisposizione verso le pratiche cosiddette di principio.

Lei è specializzato in un settore (affari, finanza, patrimonio, divorzio...)?

Per quanto riguarda la mia specializzazione, dal 1995, dopo aver seguito il corso di perfezionamento in diritto della responsabilità civile presso La Sapienza di Roma ho iniziato soprattutto a occuparmi di risarcimento del danno. In questo campo, quindi, riteniamo di essere abbastanza specializzati. A questa prima specializzazione, si aggiunge quella estrema in diritto di famiglia acquisita grazie all'inserimento nell'organico dell'Avvocato Annafranca Coppola.

Com'è una giornata tipo?

La mia giornata tipo inizia la mattina con la sveglia alle 6:40, dopo di che accompagno personalmente i miei due figli a scuola, incombente che intendo assolutamente adempire personalmente. Allo stesso modo, mi reco a prenderli anche all'uscita di scuola. Questo mi risulta possibile grazie al fatto che ho scelto scuole vicino casa e studio, quindi raggiungibili a piedi. Se non devo andare in udienza, alle 9 ma anche prima arrivo a studio e procedo a una veloce lettura della posta elettronica. Inizio quindi a studiare le varie pratiche e a ricevere la clientela. Attività che si protrae spesso e volentieri anche fino a tarda ora. A volte, fino alle 22. Prima correvo, soprattutto la mattina alle 5. Poi, però, a forza di correre, 10 km tre volte alla settimana, ho consumato il menisco. Mi sono imposto di finire alle 19 per stare un po' in famiglia però purtroppo poche volte riesco a rispettare questo impegno e spesso e volentieri torno a casa non prima delle 22:00. Per questo, voglio accompagnare i figli a scuola. Purtroppo, inizio a carburare mentalmente soprattutto dopo le 17 siccome quando andavo all'università ero solito studiare la notte. Non nascondo il fatto che nel caso di scadenze o altro preferisco lavorare di notte e magari sparire un paio di ore verso ora di pranzo per recuperare il sonno notturno!

Quali sono secondo lei gli aspetti positivi di questo lavoro? (ciò che rende il suo lavoro piacevole e anche stimolante)

Gli aspetti positivi sottesi allo svolgimento dell’attività di Avvocato sono, come per tutte le libere professioni e i lavori autonomi, per prima cosa, la libertà insita nella libera professione. Potersi organizzare autonomamente giornata e non solo: vacanze e fine settimana. Alla fine, magari si lavora il doppio del lavoratore dipendente però la qualità del lavoro è incommensurabile. Infatti, a tale proposito, il secondo aspetto positivo è la possibilità di lavorare potendo studiare. Mettendo così a frutto, anche dal punto di vista economico, l’amore per lo studio. Ritengo che se si è studiosi e piace l'approfondimento, l'attività di Avvocato è sicuramente l'ottimo paretiano: consente di poter assecondare le proprie predisposizioni traendo sostentamento da ciò. L'aspetto più eccitante della professione, però, è quella sorta di montagne russe alla quale si è certamente sottoposti. La scarica di adrenalina di quando si vince una causa e la voglia di combattere quando si legge un provvedimento di senso contrario, laddove risulta magari probabile come il Giudice poco abbia capito delle ragioni dell’assistito e della linea difensiva. In realtà, l'Avvocato è un combattente, un soggetto al quale piace la sfida e la lotta. Il combattimento. Per questo è di fondamentale importanza, per un Avvocato, assumere solo incarichi nei quali si crede veramente.

Quali sono le principali difficoltà nel suo lavoro?

Le principali difficoltà che si incontrano svolgimento dell’attività di Avvocato sono analoghe a quelle che incontra chiunque abbia a che fare con la pubblica amministrazione. Inefficienza e menefreghismo a tutti i vari livelli gerarchici. Si associa una continua complicazione anziché la tanto sbandierata semplificazione. Infrastrutture, per esempio, quelle informatiche, fatiscenti e inefficienti. Costi delle cause sempre in aumento e strapotere della Magistrature così come delle cancellerie. Un esempio: quando ho iniziato a fare il praticante procuratore legale, il mandato erano quattro righe che si scrivevano a mano. Adesso sono due pagine con tutta una serie di inutili precisazioni e passaggi del tutto inutili quali la negoziazione assistita. I costi, inoltre, come accennato, diventano sempre più proibitivi e molte persone rinunciano alla tutela dei loro Diritti perché non in grado di sostenere i costi delle cause.

 

 

Parte 4: Qualità/ Competenze richieste per esercitare la professione di Avvocato

Quali sono le qualità richieste per esercitare la professione?

La principale qualità richiesta per esercitare la professione è la strategia mentale tale da permettere subito di entrare dentro la problematica dell'assistito. Empatia e intelligenza, quindi. Serve capacità di saper subito identificare quali siano gli aspetti sui quali si può e si deve puntare al fine di ottenere una linea difensiva idonea ed efficace. In subordine, essere in grado di predisporre una strategia di difesa che potrebbe essere anche una ritirata strategica, la ricerca di un accordo. Anche onestà. Per tutelare più le ragioni dell’assistito rispetto quelle del professionista.

Quali sono le competenze chiave della sua professione?

Le competenze chiave sono continuo aggiornamento al fine di essere in sincronia con il mutare incessante sia del quadro normativo sia, soprattutto, quello giurisprudenziale.

Quali sono i fondamenti da padroneggiare?

I fondamenti da padroneggiare sono ormai, più che il merito, la conoscenza soprattutto della procedura che si conosce soltanto con l'esperienza atteso come quest'ultima sia divenuta oramai il campo minato dell’Avvocatura. Inoltre, è fondamentale avere la possibilità di potersi confrontare di continuo con altri colleghi, perché ormai l'unica carta vincente della professione è il team working.

Come si descrive nel contesto professionale?

Nel contesto professionale, mi descrivo un po' come il maestro di bottega, una sorta di coordinatore generale. Uno studio legale oramai è divenuta una specie di officina medioevale. Non proprio un’industria perché vi è sempre la componente artigianale. Forse una sartoria. Sì, in maniera analoga al sarto, in effetti, tagliamo una specie di vestito fatto su misura per le esigenze dell’assistito.

 

 

Parte 5: Prospettive di evoluzione per la sua professione

Quali sono le prospettive di sviluppo nella sua posizione?

Contiamo di aumentare sempre di più la nostra visibilità, non solo a livello locale ma anche nazionale. Invero, molti assistiti ci chiamano da ogni parte d’Italia vista la nostra estrema specializzazione e professionalità (dato confermato dalle recensioni lasciateci dai nostri Assistiti).

Progetti per i prossimi anni/mesi?

Credo tanto nella necessità di estrema specializzazione di ciascun Avvocato parte del mio Team, per poter offrire a ciascun Assistito una strategia di difesa e un prodotto che sia il più possibile garantista ed efficiente. Mi piacerebbe dar sempre di più voce a un lavoro di team working, incentrato quindi sul confronto tra i diversi professionisti.

Una breve parola alla fine?

Siamo a disposizione di chiunque abbia bisogno di far valere i propri diritti violati! 

Trova un avvocato o uno studio qualificato

Sei un Avvocato?

Fai conoscere la tua attività su Welink Legal