Welink Legal Welink Legal
Congedo parentale

Congedo parentale: come funziona e l’indennità prevista

Welink Legal

Welink Legal

Oltre al periodo di maternità obbligatoria che prevede l’astensione dal lavoro del genitore che continuerà a percepire una percentuale significativa dello stipendio (80%) e che generalmente dura 5 mesi, lo Stato prevede un periodo successivo di astensione facoltativo chiamato congedo parentale che permette al genitore o a entrambi di occuparsi della famiglia. 

Cos’è il congedo parentale, quanto dura e qual è l’indennità prevista per questo periodo di astensione dal lavoro?

Vediamolo in questo articolo. 

 

Cos’è il congedo parentale? 

 

Il congedo parentale è una fase di astensione dal lavoro che può durare fino a 10 mesi complessivi (solo se sussistono determinate condizioni) e che riguarda entrambi i genitori con contratto lavorativo. I due genitori possono usufruire di questo periodo anche contemporaneamente.  

Tale congedo può essere richiesto fino ai 12 anni di età del figlio

Quali categorie possono avvalersi del congedo parentale? 

  • La madre di un bambino entro i dodici anni di età per un periodo continuativo o frazionato di sei mesi; 
  • Il padre di un bambino entro i dodici anni di età per un periodo continuativo o frazionato di sette mesi;
  • Entrambi i genitori per un periodo massimo di 11 mesi così diviso: sette per il padre e quattro per la madre;
  • I genitori adottivi entro i primi dodici anni dell’ingresso in famiglia del figlio adottivo che deve essere minore; 
  • Congedo parentale ad ore per entrambi i genitori 

 

Come funziona il congedo parentale ad ore? 

 

Il Decreto Legislativo n. 228 del 2012 ha previsto che i lavoratori possano usufruire del periodo di congedo parentale anche ad ore.  

Il lavoratore genitore che vuol usufruire del periodo di congedo parentale potrà quindi anche decidere di frazionarlo chiedendo alcune ore di permesso al giorno per un periodo di tempo stabilito.

 

Indennità per congedo parentale: quanto spetta esattamente

 

Cosa succede durante il periodo di astensione lavorativa per congedo parentale? Quanto percepirà il lavoratore genitore? 

  • I genitori che usufruiscono dell’indennità per congedo parentale riceveranno il 30% della retribuzione media giornaliera entro i primi sei anni di età del bambino. 
  • Il 30% dai sei anni fino agli otto solo in determinate condizioni reddituali ovvero quando “il reddito del richiedente sia inferiore a 2,5 volte l’importo del trattamento minimo a carico dell’Assicurazione generale obbligatoria (AGO)”. 

Tale indennità viene corrisposta dall’INPS e in alcuni casi può essere anticipata dal datore di lavoro in busta paga e poi recuperata. 

 

Congedo parentale e gestione separata

 

Anche i lavoratori iscritti alla gestione separata possono usufruire del congedo parentale in determinate condizioni. 

 

Chi sono i lavoratori iscritti alla gestione separata? Si tratta di liberi professionisti che non avendo una propria cassa previdenziale devono iscriversi alla Gestione Separata. 

Cosa cambia rispetto ai genitori con contratto? I liberi professionisti potranno usufruirne solo entro il primo anno di vita del figlio e per un periodo di tre mesi. In questo caso l’indennità sarà corrisposta direttamente dall’INPS.  

Per poterne usufruire sarà necessario che il lavoratore autonomo sia iscritto alla gestione separata come lavoratore a progetto o come professionista e che al momento in cui inoltra la richiesta abbia un rapporto di lavoro in corso e un periodo contributivo che in questo caso è di tre mesi con aliquota maggiorata nei dodici mesi precedenti l’inizio del congedo

Se entrambi i genitori lavoratori sono iscritti alla Gestione Separata potranno richiedere questa indennità in modo indipendente l’uno dall’altro in quanto la richiesta del padre verrà considerata un diritto autonomo rispetto a quella della madre e viceversa. 

 

Congedo parentale e Covid-19

 

Con l’emergenza Covid-19 sono state introdotte alcune novità circa il congedo parentale. 

Si parla di Congedo parentale straordinario ed è previsto dal Decreto Ristori e riguarda tutti i genitori contrattualizzati che si sono trovati a sospendere l’attività lavorativa per prendersi cura dei figli che hanno iniziato un percorso di formazione a distanza. 

In cosa consiste il congedo parentale per Covid-19? 

Si tratta di un’indennità pari al 50% della retribuzione di cui puo’ usufruire solo uno dei due genitori nel caso in cui il tipo di professione esercitata non sia compatibile con il lavoro da remoto. 

Se hai bisogno di trovare un giurista online esperto di diritto del lavoro sei nel posto giusto con Welink Legal

Sei un Avvocato?

Fai conoscere la tua attività su Welink Legal